Close

Amico rifugiato

Riproduci video

L’app per connettere i cittadini locali ai rifugiati per facilitare il viaggio di chi ne ha bisogno.

Aiuta i rifugiati in difficoltà

Questa nuova app, rilasciata a marzo 2022, riunisce rifugiati e cittadini, offrendo aiuto. Per portare sicurezza e cura a chi è in fuga.

Ispirato dal semaforo verde dei cittadini polacchi che esprimono il loro desiderio di essere lì per un essere umano nel bisogno.

Aiuto offerto

L’app facilita su una mappa la posizione e i servizi che i cittadini vogliono offrire ai rifugiati.

Servizi come riparo, acqua, cibo, docce/servizi igienici, assistenza sanitaria e trasporti. Tutto gratis per amore dell’altro.

È disponibile un pulsante di soccorso per inviare una richiesta di soccorso a tutti gli assistenti entro un raggio di 50 km.

Noi crediamo ...

… che ogni essere umano ha il diritto di cercare sicurezza, conforto e asilo in altri paesi quando non è più al sicuro nel proprio paese d’origine.

Siamo estremamente preoccupati per le violazioni dei diritti umani da parte di vari governi e delle loro organizzazioni di pattugliamento di frontiera che hanno portato alla morte di migliaia e migliaia di migranti.

Condanniamo i respingimenti illegali, che ostacolano le ONG che cercano di salvare la vita delle persone sulla terraferma e in mare. Abusi fisici e sessuali sui migranti da parte degli agenti di pattuglia di frontiera.

Garantiamo a tutti i rifugiati...

… per proteggere i loro dati e la loro posizione a tutti i costi.

Non condivideremo le informazioni con qualsiasi organizzazione o governo che non condivida la nostra causa.

Tutti i dati raccolti verranno utilizzati solo per alleggerire la vita dei rifugiati e il loro viaggio.

Ove possibile, utilizzeremo prove di abusi e violenze contro i rifugiati per portare i trasgressori in tribunale.

Donate adesso

Dona ora utilizzando PayPal per supportare la nostra causa nello sviluppo e nella manutenzione dell’app Refugee Friend.

Tutte le donazioni verranno utilizzate per il potenziamento dell’app, i servizi di hosting necessari e i costi associati all’aiuto ai singoli rifugiati in difficoltà.